L’arte prima di tutto

“Qué arte tienes!” (in italiano letteralmente “Che arte hai!”). Hai mai sentito questa espressione? Te lo hanno mai detto? Sapevi che si tratta di una delle espressioni colloquiali più usate a Siviglia? È un modo per elogiare la grazia di una persona, ma anche il suo ingegno e il suo talento. E a Siviglia l’arte occupa un posto fondamentale della vita, poiché questa città è la patria di maestri universali della pittura.

La vita è barocca

Dietro questa frase risiede un’intera filosofia di vita. L’arte si è da sempre sviluppata a Siviglia quasi in modo naturale, come una conseguenza dell’esperienza di vita offerta dalla città.

Di tutte le epoche artistiche di Siviglia, quella che risalta di più è senza dubbio il Barocco, forse perché è quella che meglio si sposa con il modo di vedere la vita dei sivigliani.  E in questo speciale modo di vedere la realtà due pittori sivigliani spiccano: Velázquez e Murillo.

La vita è barocca
I maestri Velázquez  e Murillo
Viaggio nel XVII secolo

Dal naturalismo al tenebrismo, dall’iconografia fino al realismo più trasparente, l’intera produzione di questi grandi maestri deriva in un certo modo dalla Siviglia dell'epoca. Una passeggiata attraverso i suoi luoghi emblematici ti rivelerà queste reminiscenze e queste atmosfere pittoriche.

Spazi, luci e visi di quelle opere sembrano rivivere passeggiando per Siviglia.

I maestri Velázquez  e Murillo
Geni universali della pittura

Diego Velázquez è uno dei pittori più importanti della storia dell’arte. Nacque in una casa situata tra San Pedro e la Alfalfa, in una via quasi nascosta, e la cui facciata ci trasporta all’epoca del pittore. L’apparente umiltà della casa ti farà pensare a quel bambino, a quel giovane, che nei primi anni del XVII secolo iniziava a diventare un genio.
-
Per vedere le sue principali opere a Siviglia, recati al Centro Velázquez presso la Fundación Focus Abengoa, dove risalta il suo famosissimo quadro Santa Rufina. Siviglia rende omaggio al suo pittore più universale con una statua nella Plaza del Duque.
-
Bartolomé Esteban Murillo è un altro grande della pittura barocca sivigliana. Il Museo di Bellas Artes (seconda pinacoteca di Spagna) possiede un’enorme collezione delle sue opere. La bella piazza del museo è dominata dalla sua statua. Anche presso l’Ospedale de La Caridad è possibile ammirare il talento di Murillo, contemplando i quadri che decorano le pareti della struttura.

Curiosità...
  1. Il Centro Velázquez, situato presso Los Venerables, è una tappa obbligata.
  2. Nel cuore del quartiere di Santa Cruz è inoltre possibile visitare la casa natale di Murillo.
  3. Il Museo di Belle Arti è la seconda pinacoteca più importante di Spagna.
  4. Una nota particolare merita la collezione di Murillo conservata nel Museo di Belle Arti.